Progetto Tata – God our father for needy children – Timboni – Kenya

Progetto Tata – God our father for needy children – Timboni – Kenya

Il Progetto Tata è il primo progetto Mama Afrika, anzi, nato anche prima di Mama Afrika stessa. Trae la sua motivaizone d’essere in un periodo molto difficile per il God Our Father: gli ospiti erano arrivati a circa 130 di cui molti piccoli, le donazioni scarseggiavano e la necessità di uno staff adeguato, che per lo meno si occupasse di sorvegliare e tenere i bambini puliti e lontani dai pericoli, era diventata impellente.

Per un numero così grande di bambini occorrevano oltre 20 Tate. Già nel 2013 alcuni dei membri del futuro direttivo Mama Afrika avevano iniziato a sostenerne una,poi, con la creazione della Onlus, pian piano, il numero delle Tate sostenute da Mama Afrika è aumentato fino a 7: circa un terzo dell’intero staff, con uno sforzo mensile pari a 560€.

Il progetto è stato portato avanti con successo fino a luglio 2016 quando siamo stati costretti a chiuderlo non perchè non ci fosse più bisogno ma per scarsità di fondi. Se vi state chiedendo chi è una Tata e cosa rappresenta per un bambino in un orfanotrofio, vidiciamo subito che è TUTTO. La famiglia, la madre, la baby sitter, l’infermiera.

La Tata è colei che, 24 ore al giorno, si occupa dei bambini assicurandosi che mangino, lavando le loro cose, mettendoli a letto, curando le loro ferite, assicurandosi che vadano a scuola e facciano i compiti, talvolta cucina per loro i pranzi e le merende. E’ quella che li sorveglia per evitare che possano farsi male.

Non si può prescindere da una figura del genere laddove ci sono bambini bisognosi. E’ per questo che la vostra adesione a questo progetto è assolutamente vitale. La necessità di coprire i salari delle Tate resta fondamentale ed urgente per il Gof, per tanto, chiunque volesse partecipare al Progetto Tata potrà farlo versando 80€ al mese.

QUALCHE FOTO…

ULTIME NEWS

Guardare il mondo ad altezza bimbo

CATEGORIA: SOLIDARIETÀ GUARDARE IL MONDO AD ALTEZZA DI BIMBO Qualche giorno fa ero in giro per Malindi, non la Maindi dei turisti, non la Malindi dei locali. La Malindi "loro", dei vicoli senza strada, delle pozzanghere che non si asciugano mai. Ero lì, dicevo, in uno...

Un po’ di sport…

Oggi vi parliamo di Roberto. Roberto è un bimbo di 8 anni che, prima di incontrare Mama Afrika e la sua sponsor Maura Pezzi, viveva praticamente in strada e non era mai andato a scuola. Ora, anche se è più grande di tutti i suoi compagni, va a scuola ed è il primo...